20 gennaio con Centolanza

Per la seconda serata di STORIE OFF, Alessandro Centolanza insieme a Tazio Forte alla fisarmonica e Andrea Catagnoli al sassofono e a Jimmi Straniero al contrabbasso il 20 gennaio a Gaglianico, si cimenta per la prima volta con il vasto mondo della canzone d’autore italiana. Il titolo lunghissimo Quelli che cantano nei dischi perchè hanno i figli da mantenere o ye, rievoca una nota canzone di Iannacci e da qui parte il quartetto lombardo che ci accompagnerà, con ironia e qualche nota di colore, in un viaggio semi cronologico dagli anni sessanta fino ai giorni nostri.

La scelta dei brani è di natura affettiva e non filologica- dice Centolanza- Primo perché non sarebbe possibile affrontare in una sera lo sterminato mondo della canzone d’autore italiana, e secondo perché la scelta dei brani è stata fatta più col cuore che con la testa. Il tutto condito come sempre dalle intemerate del Centolanza, dai falsi monologhi, dagli sproloqui veri e dai colpi di scena inaspettati. Enzo Jannacci, Paolo Conte, Piero Ciampi, Lucio Battisti, Bobo Rondelli, Fabrizio De Andrè, sono solo alcuni degli autori che verranno toccati durante la serata, inframmezzati da alcune composizioni del Centolanza stesso.

Lo spettacolo musicale sarà preceduto dalla presentazione del breve documentario di Storie di Piazza realizzato per il progetto Contiamo su di noi, La grande ammucc(hi)ata girato alla Trappa nell’estate del 2023 con la regia di Maurizio Pellegrini.

Condurrà la serata Manuela Tamietti con Francesco Logoteta

Uno spettacolo unico, nel bene e nel male. 

Prenotazione consigliata 3274858731

I commenti sono chiusi.