Cammino di S.Carlo

Itinerario di cultura e di fede
da Arona alla Via Francigena, attraverso Verbano, Cusio, Valsesia, Canavese e Biellese.

ATTENZIONE!!! Dal 2015 il Cammino di San Carlo diventa altra associazione culturale appositamente dedicata al cammino. Chiedete informazioni a Associazione Il Cammino di San Carlo. Ancora una volta Storie di Piazza ha favorito e incanalato energie rendendo concreto un progetto!

Bose Magnano

ll Cammino di San Carlo è un itinerario escursionistico di tipo turistico-devozionale in dodici tappe che tocca tutti i Santuari, parchi, ecomusei e altri punti di interesse nella fascia prealpina del Piemonte nord orientale, tra il Lago Maggiore e la Via Francigena, attraverso le province di Novara, Verbania, Vercelli, Biella e Torino.

L’itinerario ripercorre i passi più volte fatti dal card. Carlo Borromeo nella seconda metà del Cinquecento, durante le visite al Sacro Monte di Varallo, a Biella e a Torino per la prima ostensione della Sindone nel 1578. L’interesse alla riscoperta di questo percorso è dato dalla presenza continua di segnali della sua presenza: chiese dedicate, affreschi murali, cappellette, altari e dipinti, ma anche massi, fontane e case che ricordano il suo passaggio o il soggiorno.

Itinerario di cultura e fede, affluente della Via Francigena, in 12 tappe a piedi da Arona a Viverone, tra le tante meraviglie del Nord Piemonte.

Visualizza le possibilità per Ospitalità Cammino 

Le caratteristiche:

– dimensione internazionale, con possibili collegamenti con Sacri Monti di Lombardia e Svizzera;

– Segni devozionali continui, legati a San Carlo, tra chiese, oratori, cappelle e affreschi dedicati;

– 3 Sacri Monti: Oropa, Varallo, Orta, tutti siti Patrimonio Unesco e Riserve Regione Piemonte;

– oltre 20 Santuari, complessi devozionali, Vie Crucis, borgate storiche, ecomusei;

– aree naturali, parchi, giardini di grande interesse

Si può partecipare:

a – percorso completo in 12 tappe, con pernottamenti;

b – percorso parziale, con o senza pernottamenti;

c – partecipazione al cammino per singole tappe.

Ogni tappa prevede un cammino tra le 4 e le 6 ore, in gran parte su facili sentieri, strade e piste, con pochi dislivelli. Paesaggi sempre diversi, punti di interesse continui, possibilità di sosta in piccoli alberghi, b&b, ostelli e ospizi. In totale circa 200 km, che si percorrono in circa 56 ore

La prima edizione del Cammino, svoltasi nel giugno 2010, ha visto la partecipazione, nelle varie tappe, di quasi 300 persone, che hanno potuto conoscere un itinerario di grande interesse ambientale e culturale, in una parte molto bella del nostro Piemonte.

Info: tel. 335 7852310 o info@storiedipiazza.it

Per i pernottamenti potete avere informazioni e prenotazioni tramite le agenzie autorizzate:

– Bugella Welcome by Scaramuzzi Viaggi  +39 335 5744184 (Massimo Canavera)  info@bugellawelcome.com

– Sentieri di Anthora Tour Operator    +39 333 9990096 (Manuela Piana)  mpiana@anthora.it

Il Cammino di San Carlo

Da un’idea di Franco Grosso maturata all’interno del progetto “Le Valli della Fede” promosso dalle Comunità Montane del nord Piemonte, nasce il progetto di un itinerario in più tappe – affluente della Via Francigena a Viverone – che parte da Arona, luogo di nascita del Santo Borromeo.

Cammino S. Carlo 2013 retro Brochure legg Cammino S. Carlo 3° ed

Le antiche strade che dal Verbano portavano a Torino, attraverso Cusio, Valsesia e Biellese, furono più volte percorse da san Carlo Borromeo e l’interesse alla riscoperta si inquadra nel successo crescente che hanno nel mondo i diversi percorsi turistico-devozionali, orientati alla valorizzazione dei valori culturali, artistici e ambientali del territori attraversati.

Storie di Piazza ha coordinato l’organizzazione, nel 2010 e nel 2011, delle due edizioni del Cammino, partecipato in totale da oltre 500 persone, inserendo nel programma anche momenti di teatralità e di spettacolo.

 

Nell’ottobre 2011 è uscita la guida stampata del Cammino di San Carlo, curata da Franco Grosso, composta da 192 pagine di descrizione del percorso e delle sue valenze, dei luoghi di accoglienza e carredata da 30 cartine di dettaglio e oltre 300 fotografie.

Info: francogrosso.studio@tin.it