Il Presepe di carta

Lo spettacolo si presenta in due forme:


IL PRESEPE DI CARTA.
Allestimento di un presepe tradizionale, con un’animatrice e   musiche natalizie, (anche con musica dal vivo). Durata 5-10 minuti, replicabile molte volte. Realizzabile anche all’aperto, anche in allestimento itinerante

E VENNE IN UNA GROTTA. Spettacolo di teatro di figura con due animatrici e musica (anche dal vivo). Preferibilmente al chiuso. Durata 35 minuti

Guarda il video:

 

Scarica la versione francese La creche en papier

LO SPETTACOLO DI NATALE: E venne in una grotta

Locandina Presepe esterno

Locandina Presepe int.

presepe

Con il bue, l’asinello, la pecora e l’agnello. E la partecipazione delle api, del pettirosso, del cane, della gallina, del cammello…

Scenografie e ricerca Laura Rossi

Testo di Manuela Tamietti

Musiche Simona Colonna

Regia Manuela Tamietti

Il presepe oltre al  fondamentale valore religioso è un evento spettacolare unico che unisce la famiglia e la comunità e fa sognare grandi e piccini. L’idea è quella di realizzare dal vivo un presepe, nel rispetto della tradizione, utilizzando un elemento etereo e imprevedibile quale la carta. Alberi e rocce sono di carta, la capanna è di carta, le statuine di carta si muovono in un paesaggio di carta. Lo stile degli elementi si ispira liberamente all’iconografia del Natale riassumendo i valori simbolici della tradizione.

Storie di Piazza ha tra i suoi obbiettivi il recupero e la valorizzazione della cultura popolare reinterpretandola in chiave attuale. La magia del Natale viene affrontata con garbo e nel rispetto dei valori religiosi attraverso l’utilizzo del mezzo teatrale e del teatro di figura.

P1130854Il Presepe di carta- La natività del Bambin Gesù è colta nel  silenzio di tanti presepi, in quell’attimo di immobilità in cui tutti i presepi sono fissati, come se il tempo si fosse fermato e la magia di quella notte ponesse eternamente la Terra e tutti gli esseri viventi al centro di un evento memorabile: la nascita del Salvatore. I fiumi restarono immobili, gli uomini interrompono le loro azioni, gli animali si bloccano sui loro passi e gli uccelli restarono fermi, librati nel cielo. Con musica.

HPIM8791E venne in una grotta- La storia narrata parte dalla leggenda che vuole che la vigilia di Natale, nella grotta di Betlemme, tutti gli animali presenti si inginocchiarono. Niente potè turbarli e per qualche minuto si misero a parlare. Da allora, durante la notte di Natale, gli animali riuniti nella stalla possono parlare tra di loro, con un linguaggio comprensibile anche agli umani. Lo spettacolo della Natività viene ampliato e visto con occhi nuovi, gli occhi innocenti degli animali.

ATTENZIONE. Per ascoltare i discorsi degli animali è necessario, per coloro che assisteranno al nostro presepe, distendersi sulla paglia e ritrovarsi, involontariamente, dei semi di felce addosso (che verranno casualmente distribuiti dagli animatori). Si raccomanda di non rivolgere la parola agli animali, perché altrimenti vi potrebbero trascinare nel loro mondo.

Rivolto a: grandi e piccini. Max 100 persone per E venne in una grotta

Spazio necessario per la versione al chiuso: un’aula o una stanza. Corrente elettrica e possibilità di oscurare. Sedie o balle di fieno per sedersi

Possibile utilizzo e diffusione – Concepito per piccoli spazi è uno spettacolo agile e rapido da montare. La scenografia è montata su tavola con  cavalletti e gli elementi scenografici sono contenuti in un paio di cartelline. Può essere portato nelle scuole, nelle parrocchie, nelle aziende, nei negozi, nelle vie del centro, nella sue due forme.

E’ dotato di proprio impianto di illuminazione e di diffusione audio autonomi.

Informazioni info@storiedipiazza.it Tel. 015-441585 cell. 3472512850

Guarda la presentazione fotografica:

Photogallery spettacoli dal 2012 al 2016:

 

P1190737