L’ACQUA POTABILE

A fine 1800 si ebbe una grande iniziativa di carattere sociale a favore della popolazione; di cui ancora oggi si godono i vantaggi: la costruzione dell’acquedotto di Cavagli? IL CONSIGLIO COMUNALE ERA DIVISO IN DUE CORRENTI: – B-L’acqua potabile porter? prosperit? al paese – C-Non serve l’acqua potabile, di questo passo che cosa ci chiederanno? – D-Abbiamo il pozzo di S.Rocco e quello di V. Gioberti e Borghetto che servono da centinaia di anni i rioni… – E-Questa è la nuova conquista della civilt? , un nuovo fattore di progresso e prosperit? – C-Il progresso cosa porta? Solo richieste senza senso. – F-Ci sono tanti pozzi comunali e privati e sono messi nei punti strategici del paese – D-Ci sono una quindicina di pozzi privati, cosa si vuole di più, è comodo. – B-E’ comodo per quelli che stanno bene che hanno il pozzo in casa, per loro è una gran comodit? , ma per gli altri … Per poter prendere un secchio d’acqua si fanno delle mezze ore di coda – E- Chi ha le mucche può usare i pozzi solo di notte! – F-Tutte le famiglie dispongono del secchio e della corda col catenaccio – C-E c’è chi ha anche chi ha le grappe per ripescare il secchio quando cade nel pozzo – E-Si… le grappe ce le ha solo chi sta bene! SALINO: Cari concittadini… Si è fatta l’unit? d’Italia, ora bisogna fare… gli acquedotti! La nostra cittadina, posta al limite della pianura, in una posizione favorita, all’incrocio delle strade per Torino, per Aosta, per Biella e per Vercelli, ha proprio per questo la possibilit? di crescere e di svilupparsi. Abbiamo i pozzi, è vero, ma potrebbero non bastare in futuro. Abbiamo trovato queste belle sorgenti di acqua buona e chiara che arriva dalle montagne e che si era nascosta tra le pieghe della Serra. Abbiamo fatto in modo che questa acqua, grazie ad un imponente opera di idraulica, giungesse fino alle nostre corti. Sia la benvenuta! Sar? una grande comodit? per tutti. Per le persone anziane, che fanno fatica a tirare la corda del pozzo, Per le nostre donne che potranno lavare panni e lenzuola senza doversi rompere la schiena alla roggia, o andare e venire, cariche, al lago o al fiume. Cari concittadini, l’acquedotto di Cavagli? è una vittoria per tutti, è una conquista di civilt? e sono sicuro che i nostri figli, e i figli dei nostri figli ci saranno riconoscenti. (applauso) Grazie. Ed ora, portata l’acqua, brindiamo con il vino!!! Coro: brindiamo, brindiamo!!! Giacomo Salino, 3 volte sindaco, aveva acquistato alcuni terreni in frazione Carecchio di Salomone, dove c’erano diverse fonti e con la sua tenacia permise la costruzione della grande opera idraulica · D-Il 20 marzo 1872 ci fu la grande festa dell’inaugurazione dell’acqua potabile, una delle più grandi feste mai celebrate dal Comune · F-Per tutto il giorno c’è stata tanta di quella gente!C’erano forestieri tanto da riempire ogni angolo del paese · E-La nuova conquista della civilt? è stata benedetta dal venerando parroco e a mezzodì, nell’albergo dell’Aquila, si sono raccolti a lieto banchetto più di cento invitati, tutti autorevoli personaggi · C-Alla sera non fu mai vista un’illuminazione così intensa · B-E poi…Musica, corse nel sacco, l’albero della cuccagna e fuochi artificiali · D- Il fatto più importante della giornata fu che venne posta una fontana nel mezzo del monumento ai caduti, che lanciava l’acqua a oltre 20 metri di altezza! · F-Noooo, il fatto più importante è stata la fontanella messa di fronte alla chiesa, per tutto il giorno ha dato vino a volont? per tutti!

I commenti sono chiusi